Concierge Blog

1/22 > >|
pubblicato dal concierge alle 18:57
pubblicato dal concierge alle 21:50
.... Making of "stagione degli Asparagi"
pubblicato dal concierge alle 11:27
Le prime delizie primaverili

Prenotazione tramite un’agenzia di viaggio? niente di strano per il concierge….

Dopo una telefonata di riconferma con l’impiegata dell’agenzia si richiede conferma che i sigg. viaggiatori siano in albergo per motivi di lavoro, in quanto le regole sulla pandemia non prevedono viaggi di svago. Prontamente arriva la riconferma che i clienti viaggiano per motivi di lavoro,più precisamente per una produzione televisiva .

„Ahhhh, i signori viaggiatori fanno parte dell’equipe televisiva che stanno aspettando i ristorasparagi per la trasmissione sugli asapragi.

I sigg. si fermeranno anche per la cena. Cosa verra servito? Un menu tipico con Speck, Canederli oppure gli Schluzkrapen?

No! I sigg. sono a Terlano appositamente per le riprese sugli asparagi. Allora dobbiamo subito procurare degli asparagi Margarete di Terlano.

Et voila, le prime delizie primaverili sono servite”

Asparagi Margarete con prosciutto cotto di casa delle macellerie di Terlano e salsa bolzanina
***
Risotto d'asparagi Margarete
***
Entrecôte ai ferri con asparagi Margarete e patate novelle
***
Lamponi caldi con gelato alla vaniglia

Come saranno le riprese e il risultato?

Non vediamo l’ora di conoscerlo…

Stay tuned!!!

pubblicato dal concierge alle 10:42
Antigelo del melo

La macchina a trazione a carburante diesel necessita di additivo antigelo.

Cosi anche i meli, in fase di fioritura, avrebbero bisogno di protezione antigelo...

I fiori appena spuntati sono abbastanza sensibili al freddo. Quindi il coltivatore di mele si deve adoperare a proteggere questi, altrimenti l'atmosfera primaverile finirà rapidamente.

Noi altoatesini combattiamo il gelo con l'acqua fredda.

Se i nostri coltivatori di mele sentono la sirena della protezione civile, che risuona di notta come avvertimento per la possibilità di gelate, devono uscire di casa e scendere nei campi per attivare l'irrigatore d’acqua.

Il ghiaccio è solo un effetto collaterale, perché non è il ghiaccio che protegge dal gelo i delicati boccioli e fiori, ma sono le sottili goccioline d'acqua che si distribuiscono sui meleti e sviluppano calore di cristallizzazione sugli alberi.

La leggenda a Terlano racconta la storia che negli anni successivi alla guerra quando si svilupparono i primi meleti. Un contadino facendo baldoria con la propria domestica, forse a causa di troppi assaggi del vino di Terlano, ha dimenticato di spegnere l’irrigazione del meleto durante la notte.

Il mattino dopo tutti i contadini vicini hanno saputo che il vicino ha dimenticato di spegnere l’irrigazione, causa del troppo vino di Terlano. La sua piantagione era un’unica lastra di ghiaccio. Una visione spettacolare e lo scherno di tutto il paese. Ma il contadino, e la sua bella domestica, risero molto più a lungo. E questo perché tutti i meleti dei colleghi contadini avevano il fiore bruciato dal freddo, tranne il suo.

Le mele del contadino e della sua domestica sono state raccolte in autunno.

Tutti gli altri erano da tempo distrutti dal freddo.

Cosi si raccontano a Terlano di come è nata l'irrigazione per combattere il freddo.

Che fine hano fatto il contadino e la sua domestica?

Stay tuned!!!

pubblicato dal concierge alle 20:49
Knottenkino, un cinema con uno schermo sconfinato

Dopo una ricca nevicata la giornata è favorevole al concierge per una gita sul campo e il concierge decide visitiare il cosidetto knottenkino, tradotto letteralmente con "cinema delle roccia", per il suo ponte di osservazione.

Gia nella fase di salita, poco inpegnativa, la vista delle montagne in una giornata cosi limpida dona un’ottima visibilità delle montagne sopra Merano con le sue cime mozzafiato:

Zielspitze 3008 m.
Lodner 3228 m.
Schwazkopf 2805 m.
Hoher First 3405 m.

Arrivati alla „sala cinema“ che é dotata di 30 poltrone pieghevoli composte di acciaio inossidabile e legno di castagno resistenti alle intemperie.

Da lì si ha una vista sulla Val d'Adige con la conca di Merano, comprese le valli laterali e le montagne adiacenti con le alte cime sopra descritte.

Dopo una pausa sui seggioloni del cinema con una tazza di thé caldo dal thermos e un panino a base di Speck Alto Adige IGP, tenendo la distanza di sicurezza con gli altri. Compreso il concierge, solamente 5 seggioloni erano occupati.

In discesa il panorama non meno spettacolare con la vista delle Montagne Dolomitiche e dolomitiche Trentine:

Rosengartenspitze 2981 m.
Cimon del Latemar 2842 m.
Schwarzhorn 2439 m.
Weisshorn 2316 m.
Cimon del Tres 2292 m.
Pala delle Buse 2409 m.
La Madrutta 1505 m.

Da questa esperienza il concierge potrà suggerire questa gita non solo in primavera, in estate o in autunno, ma anche in pieno inverno.

Quali terre dell’Alto Adige andrà ad esplorare il concierge nella sua prossima gita?

Stay tuned…..!!!

pubblicato dal concierge alle 12:29
Che torta
pubblicato dal concierge alle 11:34
Oggi si festeggia il 90esimo compleanno del nostro “patron", nonché babbo.

Per i motivi legati alla pandemia non si sono potuti presentare il sindaco di Terlano e la banda musicale, che come d'abitudine in questi eventi, sono soliti contribuire ai festeggiamenti.

Appositamente da Venezia è arrivata una grafica speciale redatta per il menù della festa dalla nipote Lisa.

Il menù era composto da:

aperitivo con olive, una celestina in brodo, bella calda e rinforzata con condimento per zuppe "come piace al nonno".

Una bisteccona di bovino nostrano dal nostro macellaio Mair, con carote lessate e funghi champignon.

Come dessert, una mega torta al gusto di tiramisù con tanto di “candelotto” per il festeggiamento

Il concierge e tutti i familiari augurano cento di questi giorni!.

Per il 100esimo saranno presenti la banda e il sindaco?

Stay tuned!!!

pubblicato dal concierge alle 13:17
Meteo, fine anno col botto

Nemmeno due settimane sono trascorse da quando ii nostri stimati clienti hanno gustato il sunday brunch sul nostro terrazzino.

E per oggi il meteo aveva previsto una nevicata. Altro che „una nevicata“! Tanta neve cosi allo Sparerhof non la si vedeva da anni.

Attività all'aperto? Impossibile!
Cosi il concierge ha controllato nelle celle frigorifere lo stato della frutta non venduta per via del lockdown.

I limoni, le arance e i bergamotti. Scatta la ricerca di ricette su internet….. Trovato: „Bergamotto: proprietà del frutto, utilizzi e ricette consigliate“
Ed ecco lavato il bergamotto, grattugiata la buccia, tagliato, spremuto il frutto, aggiungiamo un po' di zucchero per la conservazione e portato il tutto a bollore….

E dopo neanche 30 minuti la marmellata di bergamotto è pronta. Poi, metterla nei vasi, laciarla raffreddare, etichettarla e…. pronta per essere servita durante la vostra prossima visita!!

Rimane ancora un po’ di tempo, perciò, altra ispezione delle celle frigorifere….. Ah si, è rimasto l’impasto di biscotti gentilmente regalatoci nei giorni di Natale dallo Chef Michele: l’impasto per „Julkakor“!
Questa ricetta originale è di un altro chef con i quali entrambi abbiamo collaborato, ovvero dove il Concierge ha fatto il suo apprendistato in cucina e Michele era chef di partita.

Lui è Erik ex executive Chef della compagnia Swedish American Line. Nave da crociera M/S Gripsholm.

Ogni anno nel periodo natalizio hanno fatto dei biscotti tipici con la ricetta del suo vecchio datore di lavoro. Questa tradizione è rimasta cara anche a Chef Michele, che per gentilezza mi ha allungato l’impasto avanzato. E cosi questa mattina si sfornava, non piu con motivi natalizi, ma con motivi "porta fortuna". Il Capodanno è anche l’occasione giusta per fare gli auguri alle persone che più abbiamo vicino, nella speranza che le cose vadano per il verso giusto.

E a tardi pomeriggio, il nostro stimato vicino è passato a ripulire il nostro parcheggio con ca. 35 cm di neve fresca. E come augurio di un buon anno, abbiamo consegnato i biscotti portafortuna appena sfornati.

Quando ricadrà la prossima neve??

Stay tuned!!!

left ret. Executiv Chef MS Gripsholm
pubblicato dal concierge alle 14:16
Brunch domenicale?

... ieri nevicava ancora, oggi di nuovo bel tempo in terrazza.

Pausa domenicale con Terlaner Classico, pane fatto in casa con burro di qualità di Vipiteno e acciughe sott'olio

Stay tuned !!

Foto © Sebastian Stocker
pubblicato dal maschinenraum alle 20:38
L'inverno é arrivato

...e ha già trovato la sua prima vittima: un autobus di linea non si è riuscito a spostarsi dalla corsia che non era stata ancora sgomberata della neve fresca.

Stay tuned!!

Niente funziona più
1/22 > >|
DE EN IT
background image